Simone Martini – Stratigrafia

Simone Martini, Madonna col Bambino (part.)

1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
Stratigrafia Simone Martini
1

Supporto
in legno, generalmente pioppo, ottenuto incollando verticalmente varie assi fra loro

2

Nodo
riempito con colla e segatura

3

Colla
doppio strato di colla forte ottenuta con “mozzature di carte pecorine” (C. Cennini, Il libro dell’arte, Cap. CXIII) ovvero colla di pergamena

4

Impannatura
tela, generalmente di lino, intera o a strisce, impregnata di colla e applicata al supporto con lo scopo di assorbire parzialmente i movimenti del legno dovuti a variazioni termoigrometriche

5

Gesso grosso
tre, quattro strati di alabastro gessoso e colla animale applicati con una stecca (C. Cennini, Il libro dell’arte, Cap. CXV)

6

Gesso sottile
gesso finemente macinato con colla animale applicato in otto strati successivi incrociando le pennellate.

7

Incisione
dei contorni eseguita per individuare le zone da dorare e quelle da dipingere

8

Bolo
quattro strati successivi di bolo armeno mescolato con un legante acquoso a base di chiara d’uovo e in seguito lucidato. Conferisce all’oro una tonalità calda

9

Chiara d’uovo
diluita in acqua

10

Oro
in foglia, lamine sottilissime applicate sul bolo bagnato e successivamente lucidate ovvero brunite

11

Punzonatura
intervento decorativo consistente nell’imprimere piccoli motivi ripetuti utilizzando una serie di punzoni

12

Disegno
a carboncino (carbone di salice) ripassato con inchiostro di carbone o nerofumo

13

Terra verde
colore di fondo per la stesura dei carnati

14

Verdaccio
colore costituito da una miscela di ocra, nero, bianco e cinabrese con il quale veniva ripassato il disegno oscurato dalla stesura di terra verde

15

Strato pittorico
stesure di colori temperati con rosso d’uovo, applicati per accostamento e fusione, dagli scuri ai chiari

16

Strato pittorico
stesure di colori temperati con rosso d’uovo, applicati per accostamento e fusione, dagli scuri ai chiari

17

Mordente
miscela di olio cotto, biacca e verderame applicato a pennello nelle zone in cui si deve fare aderire l’oro (doratura a missione)

18

Oro
in foglia, lamine sottilissime applicate sul mordente

19

Vernice
chiara d’uovo, dopo aver montato a neve gli albumi viene utilizzato il liquido che lentamente si deposita

Simone Martini, Siena, ca. 1284–1344 – Madonna col Bambino – 1305-1310 circa – Tempera a uovo su tavola 74,3×56,3 cm.   – Pinacoteca Nazionale, Siena