Imprimitura

Nella letteratura moderna e specialistica indica lo strato superiore e di finitura di una preparazione, caratterizzato da uno spessore sottile e da una superficie liscia e uniforme, in modo da facilitare la stesura delle pennellate. A seconda delle sue caratteristiche conferisce agli strati pittorici una colorazione di base trasparente o opaca. Tradizionalmente il termine è utilizzato in senso più generico a indicare la preparazione a colla e gesso di una superficie da dipingere, comunque con l’intento di distinguere questa dalla mestica, caratterizzata dalla presenza di una parte oleosa. Le fonti tendono tuttavia a utilizzare i termini imprimitura e mestica come sinonimi, come documentano i rimandi fra le due voci presenti nel vocabolario di Filippo Baldinucci (1681)

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solo commenti e osservazioni

Le domande che risulteranno di interesse generale verranno pubblicate e discusse in una sezione separata.