Storia della diagnostica artistica

Per molti secoli vi furono soltanto tentativi isolati dapprima empirici, poi scientifici. Si dice che il pittore bergamasco Vittore Ghislandi, conosciuto anche come Fra’ Galgario, possedendo un dipinto tizianesco avesse compiuto dei “tentativi” di “esame stratigrafico” giacché con “un coltellino aveva indagato la struttura degli strati pittorici”

Infrarosso falso colore

Con un programma di elaborazione immagini provvisto di canali di colore è possibile ottenere una restituzione in falso colore all’infrarosso che simula i risultati ottenibili con la pellicola …

I falsi nell’arte

Il fenomeno della falsificazione impone la riflessione sull’aspetto materico delle singole opere d’arte. I moderni studi di storia dell’arte si sviluppano seguendo differenti metodologie, tutti …

La radiografia ai raggi X

La radiografia ai raggi X permette di indagare la struttura più profonda dei dipinti su tela e tavola, carta e cartone: i valori di chiaroscuro restituiti sulla lastra posta a diretto contatto della …

La luce trasmessa

Utilizzando un fascio di luce che attraversi un dipinto su tela posto tra la sorgente luminosa e l’osservatore, si potranno ottenere varie informazioni sia sulla preparazione che sulla …

La macrofotografia

La macrofotografia non deve però essere considerata una importante tecnica di indagine soltanto quando viene combinata con altri esami: la possibilità di isolare piccole zone dell’opera e …